Workshop su attestati pilota APR: un resoconto

Si è svolto oggi a Roma, presso la sede ENAC di via Gaeta, un workshop sulle procedure di emissione e notifica degli attestati di Pilota APR. Non si è trattato di un evento pubblico, ma riservato ai richiedenti approvazione come Centro di Addestramento APR (CA APR). Per ASSORPAS ha partecipato il socio Federico Conforto di FTO Padova, che ringraziamo per questo resoconto.

Il workshop è stato aperto dall’intervento dell’Ing. Marco Silanos (Direttore Regolazione Personale e Operazioni di Volo) che ha presentato i principi della Linea Guida e l’approccio di ENAC nella gestione dei dati inclusi negli Attestati APR. Silanos ha spiegato che saranno gli stessi CA APR (le scuole autorizzate) a gestire il processo di emissione dell’attestato, utilizzando un portale ENAC riservato ai responsabili delle scuole. Il portale fungerà da collettore dei dati di tutti i piloti (identificati da un numero di attestato, dati che saranno condivisi con le Forze dell’Ordine). Silanos ha chiarito che, sebbene saranno le scuole a rilasciare l’attestato e a registrarlo presso ENAC, in caso di controllo faranno fede gli attestati depositati nel database dell’Ente.

Nonstante sia già stato previsto per settembre un primo aggiornamento del sistema (fase 2.0), nella sua versione iniziale esso sarà operativo nell’arco di pochi giorni e le scuole autorizzate potranno iniziare ad utilizzarlo da subito, popolando il nucleo iniziale del database.

All’intervento di apertura sono seguiti quelli del Com.te Savoldelli e dell’Ing. Lorenzini che hanno illustrato le norme generali per l’approvazione dei CA APR.

Savoldelli e Lorenzini hanno ribadito che la formazione deve essere teorico-pratica e che, a valle di un esame finale, l’attestato sarà rilasciato dalle scuole. Le tariffe per l’esame saranno stabilite dalle singole scuole. ENAC auspica in valori in accordo con lo stato del mercato, ma lascia libertà ai CA APR.

Come da testo LIC-15 le scuole dovranno essere anche Operatori riconosciuti e, nel caso vogliano erogare formazione per Operazioni Critiche, dovranno esse stesse possedere il relativo riconoscimento.

Attualmente sono state presentate 15 domande, ma è prevedibile che ben presto se ne aggiungano delle altre. Si prevede anche che le prime autorizzazioni siano rilasciate nel mese di luglio.

È quindi intervenuto l’Ing. Santaniello (Direttore dei Servizi Informatici) che ha illustrato ai responsabili delle scuole il funzionamento del servizio online che gestirà il processo di inserimento ed elaborazione dei dati che porta all’emissione di un Attestato di Pilota APR.  Come già accennato, il sistema è attualmente in fase di test ma sarà attivato nell’arco di pochi giorni.

L’incontro si è svolto in un clima cordiale e di reciproca apertura e ha visto la partecipazione di una quarantina di persone. Si è molto discusso su alcune conseguenze delle novità presentate, come la responsabilità delle scuole nel corretto procedimento di emissione/registrazione o sul tema della protezione dei dati sensibili. Altro tema ricordato è l’attenzione delle Forze dell’Ordine, che richiederanno i dati di tutti i piloti che frequenteranno i corsi.

Infine si è discusso del ritardo nell’emissione delle norme, originariamente previste per aprile 2016, in parte legato al fatto che ENAC ha preferito una Circolare a delle Linee Guida. L’Ente ha inoltre dovuto implementare il sistema informativo per la gestione centralizzata dei dati sui piloti.

Il workshop, iniziato alle 10.30, è terminato alle 13,30.


Telegram-ASSORPAS-188Vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre news?
Segui il Canale Telegram dell'associazione.


Leave a Reply