Un resoconto preliminare del tavolo tecnico ENAC-FPA

Si è svolto ieri il primo incontro del tavolo tecnico tra ENAC e le delegazioni delle associazioni aderenti al FPA.

l punti all'ordine del giorno erano i seguenti:

  • Informativa sul Regolamento ed. 2 e analisi dei punti prioritari segnalati nel documento congiunto ASSORPA-FIAPR
  • Provvedimenti intrapresi contro l'utilizzo abusivo dei sistemi APR
  • Centri di Addestramento
  • Esenzione regolamentare per APR < 300 g e criteri per APR < 2 kg
  • Soluzioni per identificazione mezzi e registrazione dati
  • Notifica incidenti/inconvenienti gravi

In attesa di fornire un resoconto dettagliato, riassumiamo le principali novità emerse nel corso della riunione.

ENAC ha informato FPA di aver ricevuto un totale di 280 commenti alla bozza Regolamento MAPR ed. 2.
Alcune delle proposte presentate nel documento congiunto ASSORPA-FIAPR, come quella sui CTR, saranno approfondite a breve.
Sulla questione della tariffazione ENAC, motivando le ragioni che hanno portato all’attuale regolamento delle tariffe, si è impegnata ad indicare dei valori di riferimento verosimili.

Particolare attenzione è stata dedicata al tema dell'abusivismo. ENAC ha informato FPA di aver inviato una lettera all'ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani). Analoga comunicazione sarà inviata a tutti i media nazionali. L'Ente ha inoltre in preparazione un flyer che sarà distribuito alle Forze dell'Ordine. Le segnalazioni di operazioni abusive andranno inoltrate alle questure provinciali e ad ENAC per conoscenza.

Saranno istituiti tavoli tecnici ad hoc su organizzazioni di addestramento (si prevede la creazione di ATO per APR) e certificazione EUROCAE.

A breve, ENAC sottoporrà a FPA i requisiti di "inoffensività" degli APR con MTOW < 2kg e ascolterà l'opinione delle associazioni su questo tema. L'orientamento di ENAC sugli  APR con MTOW < 300 g è di dichiararli comunque inoffensivi. Questi mezzi dovranno essere utilizzati però da operatori riconosciuti. Devono essere ancora definite la qualifica del pilota e la massima velocità operativa ammessa.
ENAC intende affidare ad organizzazioni di consulenza esterne e qualificate l'incarico di analizzare i progetti di queste classi di APR.

Restano infine da progettare i criteri per l'identificazione degli APR in volo, tema rilevante messo in evidenza anche dalla Dichiarazione di Riga.

In linea generale, ENAC intende mantenere una stretta affinità con la programmazione EASA e internazionale in generale (sono stati anche discussi i contenuti del recente meeting mondiale sugli APR in ICAO).

L'impressione finale è di un positivo clima di collaborazione tra tutti gli attori e dell’opportunità di procedere in maniera condivisa, evidenziando le peculiarità delle varie posizioni, ma superandole attraverso un comune lavoro di approfondimento.


logo-assorpas  logo FiaprLOGO-UASIT-300x127  logo aidroni

 

Leave a Reply