ASSORPAS incontra i vertici di ENAC


AGGIORNAMENTO

ENAC ci ha da poco comunicato che, per problemi tecnici connessi all'aggiornamento del sito web la pubblicazione dell'elenco delle scuole slitta alla mattina di domani. Inoltre, per consentire la partecipazione di ENAV, la data del prossimo incontro con le associazioni sarà il 17 ottobre anziché il 15.


Pochi giorni fa ASSORPAS ha chiesto un incontro urgente al Direttore Generale di ENAC, Dott. Alessio Quaranta. L’incontro si è tenuto oggi presso la sede dell’Ente a Roma. Durante la riunione ASSORPAS ha rappresentato all’Ing. Cardi (nel ruolo di delegato del Direttore Generale) lo stato di totale stallo e incertezza del settore prodotto dall’evoluzione normativa e dalle sue modalità di applicazione, mai in linea con i tempi definiti.
ENAC ha riconosciuto nel merito i singoli problemi presentati dall'associazione.

ASSORPAS ha inoltre chiesto l’assunzione di impegni precisi uniti alla indicazione di date certe su tre punti ad alta criticità:

  • Pubblicazione dell’elenco delle scuole autorizzate,
  • Tempi di autorizzazioni per le O.S. Critiche,
  • Piena operatività del Portale ENAV.

Pubblicazione dell’elenco delle scuole autorizzate ai sensi dell’Ed. 2 del Regolamento MAPR

Cardi ha annunciato che l'elenco delle scuole autorizzate sarà pubblicato entro oggi sul sito web dell’Ente. Su questo specifico argomento, sebbene, facciano fede le autorizzazioni già ricevute, ENAC riconosce l’importanza della pubblicazione per dare la necessaria ufficialità ai Centri di Addestramento del settore SAPR (oltre che per evitare situazioni di incertezza da parte dell’utenza delle scuole).

Tempi di autorizzazioni per le O.S. Critiche

(con garanzia delle verifiche necessarie e di criteri di equità verso le autorizzazioni già rilasciate)

ENAC ha confermato quanto già annunciato alle associazioni e poi comunicato pubblicamente in relazione alla standardizzazione degli scenari critici. Lo scopo è agevolare il percorso delle autorizzazioni, semplificarlo e renderlo concretamente praticabile anche alle Direzioni Operative territoriali (e cioè non solo a quella centrale finora competente).
Grazie a questa standardizzazione, ENAC conta di smaltire l'arretrato accumulato nei mesi scorsi, arrivando a regime nell'arco di poche settimane.
I dettagli degli scenari critici standardizzati sono stati anticipati durante l’incontro, ma la relativa documentazione tecnica sarà inviata alle associazioni in vista del prossimo tavolo tecnico che ENAC aveva già anticipato. Tale incontro ha avuto oggi una sua definizione puntuale nei tempi e nei temi e sarà convocato per il 15 Ottobre, prima data utile in considerazione dell’agenda dei rappresentanti ENAC coinvolti.
Le griglie dei requisiti tecnici sin qui definite presentano importanti semplificazioni in funzione del peso e determinano vincoli variabili crescenti rispetto agli impieghi operativi nei contesti critici (ad esempio: buffer variabili in funzione di peso, velocità e requisiti di safety).
Da un primo esame, quanto comunicato da ENAC sembra in linea con le tendenze EASA e determinerà necessariamente un adeguamento normativo.

Piena operatività del Portale ENAV (d-flight.it)

Oggi, di fatto, solo una parte degli operatori (quelli che hanno ricevuto le credenziali e che sono riusciti a registrarsi sul portale) possono ottemperare agli obblighi di identificazione previsti dal regolamento (secondo ENAC, il numero di operatori sin qui registrati è di circa 600).
Nell’incontro di oggi, ASSORPAS ha ottenuto la presenza di ENAV al prossimo tavolo tecnico per affrontare (e risolvere) tutti i problemi che stanno emergendo nella procedura di identificazione (e più in generale in relazione all'efficienza ed alla completezza del portale).
La procedura che, secondo ENAC, arriverà all’integrazione del chip a bordo dei droni entro i primi mesi dell’anno prossimo, rappresenta per l’Ente la chiave per abilitare i controlli anti abusivismo da parte delle Forze dell’Ordine.
Lo stesso Ing. Cardi, nell’ambito dei suoi incarichi, sta seguendo il lavoro in tavoli istituzionali con il Ministero dell’Interno. Si tratta di un lavoro che sta finalmente arrivando alla sua conclusione (un ulteriore incontro al Ministero dell’Interno è previsto per oggi) e che dovrà garantire al settore SAPR le attività di controllo essenziali per limitare il fenomeno dell’abusivismo, da sempre contrastato da ASSORPAS e dagli operatori professionali.
A questo proposito ASSORPAS ha ribadito i criteri di fondo di cui si richiede applicazione all’Autorità: professionalizzazione, controllo dell’abusivismo e armonizzazione in chiave Europea.
ENAC ha confermato che le iniziative in corso (identificazione, standardizzazione degli scenari e i prossimi aggiornamenti normativi) seguono la direzione auspicata, anche se i diversi problemi tecnici incontrati sui vari temi, unitamente all’evoluzione organizzativa dell’Ente, hanno oggettivamente determinato ritardi che hanno avuto un impatto negativo sul settore.
Si è discusso anche dell’importanza di portare in primo piano  il tema dell’etica professionale nel settore SAPR, da considerare come un ulteriore criterio di valutazione delle richieste di autorizzazione e nei successivi controlli.
Nel corso del prossimo incontro le associazioni saranno anche coinvolte sui temi del BLOS e su altri punti che andranno a determinare, insieme a quanto già citato, nuovi aggiornamenti normativi orientati all’armonizzazione nel contesto Europeo.
ENAC ha infine accolto positivamente la proposta di ASSORPAS di enfatizzare il contributo dato alla sicurezza delle operazioni dalla parte di gestione dello scenario. Su questo, l’Ente si è reso disponibile a valutare proposte ASSORPAS su attività di Best Practice relative alle modalità di gestione delle operazioni critiche nei vari scenari.

Di tutti questi argomenti e delle diverse iniziative in corso si discuterà il prossimo 24 settembre a Todi durante il prossimo Drone It Better.


Telegram-ASSORPAS-188Vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre news?
Segui il Canale Telegram dell'associazione.


 

Leave a Reply